Trasporto

Di Henri Desfilles

L’audacia dei proprietari di FC8 sulle strade di Francia, d’Europa e di tutto il mondo, mi spinge a dare qualche consiglio che molti conoscono poco e pochi conoscono bene
Il rimorchio
Una annotazione: il First Class 8 per tre quarti dell’anno è trasportato con il carrello Occorre quindi fare una buona scelta dello stesso tenendo presente le sue qualità stradali, ma anche e soprattutto il prezzo, poichè il carrello è un investimento da non sottovalutare
Quale tipo di carrello?
Nella scelta del carrello occorre valutare bene il peso della barca da trasportare Per il First Class 8 è facile conoscere bene il suo peso; in navigazione pesa circa 1500 kg , aggiungete il peso degli attrezzi, dei sacchi, delle valigie che è di circa 200 o 300 kg , e fanno 1700-1800 kg , per cui occorre un carrello con carico utile di almeno 1800 kg
Che modello?
Vi sono tre diverse versioni di carrello per il FC 8
Una versione “trasporto” e due versioni “messa in acqua”: una con l’invasatura scorrevole, l’altra direttamente dal rimorchio munita di numerosi rulli e di un cammino di rotolamento basculante
La versione che ha maggior successo è quella “trasporto” che ha il merito di essere la più economica
La versione “messa in acqua” con invasatura è pratica ed economica per i Club che possiedono più First Class 8 da trasportare, un solo carrello porta invaso e più invasi per messa in acqua
La versione “messa in acqua” è la mia preferita in quanto si prende gioco delle gru inutilizzabili la domenica e delle code sotto le gru alla fine di un campionato o semplicemente della mancanza della gru Io consiglio quest’ultima a voi amanti della libertà e appassionati del tempo guadagnato, ma attenzione alle imitazioni, bisogna che il carrello sia stato studiato, provato ed approvato dal First Class
L’automobile
La scelta del veicolo per trasportare un First Class 8 è facile, deve essere molto potente e preferibilmente diesel a più trazioni
Veicoli adatti:
– i camioncini tipo C25, Transit, 207 D ecc hanno il
vantaggio di essere pratici ed economici
– le 4 x 4 incontrano grande successo in Europa, poichè sono
polivalenti e le più adatte per il traino
– le berline e le familiari possono anch’esse trainare a
patto che siano sufficientemente potenti
Evitare se possibile di avere le sospensioni posteriori
troppo elastiche
Per i proprietari di 2CV non c’è niente da fare se non evitare di trainare un First Class 8, questo non è solo un consiglio ma il traino non èautorizzato!
Il regolamento stradale francese
Strada nazionale un venerdi 13 alle 13 e 22 Una brusca frenata è causata dall’insistenza di un poliziotto:
“buongiorno, controllo dei documenti signore Permesso B ed E (si parla di permessi e non di vitamine!), libretto di circolazione del veicolo e del carrello per piacere”
Voi: “eh! ma io non ho il libretto del carrello Il permesso quale?”
Poliziotto: “E”
Voi: “perchè occorre?”
Generalmente in questo momento sul viso del poliziotto appare un timido sorriso
Per evitare questa scena molto sgradevole, è necessario fare un rapido controllo del regolamento stradale, spesso non molto semplice e a volte complicato
Il vostro carrello è un veicolo a parte con un proprio libretto di circolazione ed una propria assicurazione, è inoltre obbligatorio possedere un permesso E che si deve rinnovare ogni cinque anni con visita medica
Infine bisogna che il PTC (peso totale a pieno carico) del carrello sia uguale o inferiore al peso a vuoto del veicolo trainante Generalmente questa condizione viene rispettata raramente in quanto il PTC del carrello è di 2200 kg , mentre il peso di una CX familiare TD è di 1480 kg Per essere in regola basta mettere sulla poppa della barca una tabella con scritto 65 km/h o 45 km/h per aumentare il peso a vuoto del veicolo rispettivamente del 30% e del 50%
Esempio: CX familiare TD: PTC = 1480 kg
x 30% = + 444
nuovo PTC a 65 km/h = 1924 kg
Se il PTC della vettura è ancora inferiore, voi potete scendere a 45 km/h ed avere una percentuale non più del 30% ma del 50%
Esempio: CX familiare TD PTC = 1480 kg
x 50% = + 740
nuovo PTC a 45 km/h = 2220 kg
Installate alla fine dell’albero una luce rossa, in mancanza un triangolo, ma vi ricordo che un pezzo di tela rossa non è molto regolamentare
Qualche consiglio per viaggiare bene
Sapete che 500 km a 80 km/h di media, che è gia una buona media, si coprono in sette ore di viaggio È meglio essere in buona forma e avere la barca ben sistemata sul carrello, forse vi potrà sembrare troppo evidente, ma vi propongo una lista di cose da verificare o da far verificare per viaggiare più tranquilli:
– controllate che il carrello sia in buono stato, che i freni funzionino bene come pure le luci e che i pneumatici siano regolamentari e ben gonfiati
– caricate la barca accuratamente davanti e legatela al carrello con l’anello del dritto di prua; dietro bloccatela con una cinghia di 50 mm di larghezza, tipo camion, e l’albero legatelo allo scafo in almeno tre punti
-stivate gli oggetti con cura sul fondo della barca
-infine controllate la ruota di scorta
E BUON VIAGGIO!

Nessun commento presente.

Nessun trackback