Lo scorso 19 febbraio 2012 si è chiuso il XXIV Campionato Invernale di Bardolino.

Il circolo e gli armatori sono riusciti a far gareggiare la flotta dopo la tempesta di vento e onde che si è abbattuta anche su Bardolino pochi giorni prima. Un grazie a tutti per la partecipazione e l’entusiasmo che a portato per tutto inverno 9 First8 in acqua!

E il 25 marzo si parte con il campionato zonale 2012! Vi aspettiamo!

La parola al segretario per la cronaca dell’ultima giornata:

Alla fine di questo campionato invernale del garda credo sia doveroso ringraziare e applaudire il centro nautico bardolino per l’ottima organizzazione e per il modo “gioioso” con il quale riesce a gestire questa lunga manifestazione velica intricata, sia per le condizioni meteo che per la poliedricita’ dei concorrenti.

La classe First 8 riesce, in tempi difficili, a mettere sul campo di regata 9 equipaggi, che si battono con entusiasmo. Vanno elogiati i vincitori ma soprattutto i vinti che partecipano alla contesa con pari entusiasmo, sono questi ultimi che fanno che la classe possa evolvere e continuare a proporsi a livelli che la federazione impone.

Nel dettaglio facciamo una piccola disamina dei risultati: i primi sono sempre i soliti che barba!!

Phragmites della famiglia Mazzarol primeggia con merito.

 

 

Ottimo secondo di Fran di Sartori dello YC Torri e i suoi giovani,equipaggio ben collaudato e simpatico, che nonostante le assenze si inserisce autorevolmente al secondo posto.

 

 

Lea di Maselli che dopo un avvio stentato agguanta il terzo posto anche per merito di una giovanissima campionessa di optimist (12 anni ).

 

 

 

 

Giauen di Nicolas Dal Ferro, che per le assenze californiane, deve accontentarsi, questa volta, del quarto posto. Sicuramente Nicolas, Bigio, e company ambiscono e meritano ben altro, hanno sicuramente tempo per rifarsi. In quinta posizione si piazza Oppici con i suoi simpatici compari, a loro un merito particolare considerando che tre giorni prima la loro barca giaceva spiaggiata in conseguenza del noto nubifragio, hanno lavorato tre girorni per mettere la barca, un po disastrata, in condizioni di disputare l’ultima prova.Al sesto posto Flegias di Cametti proprio nell’ultima prova, anche a causa delle assenze importanti di gran parte dell’equipaggio, si è fatto soffiare il terzo in classifica, c’e’ tempo per rifarsi. Settimo il segretario, dottor Romano, che purtroppo deve scontare l’andicap del “busa”, del “mitico frenk”, e del piu’ grande timoniere di sottovento, si deve accontentare di due ottimi piazzamenti che fanno ben sperare. Ottavo Airone Blu qualche ottima fiammata che si inspiegabilmente si spegne, la qualità c’è e prima o poi si farà vedere. Nono posto per Tessie dei soci della lega navale di Garda che hanno bisogno di un po piu’ di grinta, nulla è impossibile, la barca è competitiva quindi…..